MAESTRI ARTIGIANI, L’INCANTO NELLA NOSTRA TERRA: STEFANO RUBBOLI

L’artigianato racchiude la storia di una terra, il lavoro di una generazione dopo l’altra, che continuamente si rinnova. Quindi rappresenta le nostre origini, il nostro presente, il nostro futuro. Gli Artigiani propongono prodotti originali, frutto dell’ingegno, della sensibilità, ma che sono anche espressione della cultura del territorio. Il loro sapere è un bene prezioso che va tutelato, conservato, trasmesso. Un modo per riscoprire le nostre radici, ma anche per gettare uno sguardo carico di fiducia sul futuro.

Stefano Rubboli, un artista-artigiano che trae dal legno vivo i suoi ecomobili. La sua scelta privilegia i legni locali, il montaggio con incastri, l’uso delle colle naturali. Le innovazioni apportate nel suo lavoro, rispettose dell’ambiente e della creatività, si sono innestate in una lunga tradizione famigliare di bottega di falegnameria, nella quale continua ad avvalersi della strumentazione moderna, senza trascurare le incisioni e le sculture manuali. Gli arredi da lui prodotti costituiscono la dimostrazione di come si possa innovare nel solco della tradizione e trasudano passione e vita.

Stefano Rubboli

Tonino Guerra invitava anni fa i Sindaci a salvaguardare e a dare dignità agli artisti artigiani, ” perchè sono loro che garantiscono l’ancoraggio alla terra e alla storia dei luoghi”

“Dobbiamo tutelare il patrimonio immateriale del saper fare”, affermava a sua volta lo storico Giuseppe Masetti.

Dalla tradizione dobbiamo saper trarre spunti creativi, per rilanciare le pratiche artigianali ancora preziose per il territorio: per questo vi aspettiamo venerdì 20 ottobre a partire dalle ore 21 alla Bottega Bertaccini – Libri e Arte, in Corso Garibaldi, 4 – Faenza

Conduce l’incontro con Stefano Rubboli, l’esperta di tradizioni e storia locale Vanda Budini 

26 e 27 agosto 2017: festa di fine estate

Nelle Aie delle Romagne: 

FESTA DI FINE ESTATE

Come ormai da diversi anni, anche i prossimi sabato 26 e domenica 27 agosto, la nostra associazione organizza una serie di eventi in diverse imprese agricole, cantine, agriturismi, fattorie didattiche in provincia di Ravenna, a Imola, Fontanelice e Marradi.

La Festa di fine estate, alla quarta edizione, si colloca nell’ultimo fine settimana di agosto, con l’ obiettivo di far conoscere le tradizioni, la cultura ed l’ enogastronomia tipica locale, nonché i luoghi ove questi sono prodotti e chi li produce.

IL TEMA DEL 2017

Tema conduttore dell’ edizione 2017, “L’Identità è comunità”, prendendo spunto dalle parole dello scrittore Gianni Repetto, dal libro “La comunità invisibile. Il lungo addio alla ruralità” (Ed. Impressioni Grafiche, 2014): “La comunità è un’ identità fisica formata da tante identità individuali che portano in essa la loro diversità e la mettono in gioco dialetticamente con le altre. Il risultato di questo confronto è la fondazione progressiva di un’ identità collettiva, la comunità per l’ appunto.”

La nostra iniziativa, organizzata in 6 aziende, coinvolgendo un’altra quindicina di imprese, intende essere una nuova ed ulteriore occasione per l’incontro di chi, in area rurale, offre i propri prodotti e servizi, tradizione e cultura contadina, con tutti coloro che sono orientati ad un consumo “consapevole”, sono alla ricerca della qualità, dei valori e della saggezza dei nostri progenitori, per fare “comunità”!

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO 

Vari i momenti programmati: la pigiatura dell’uva, la “sfujareia”, l’organizzazione di laboratori (dal chicco di grano alla farina), ai “giochi di una volta”, la visita alla fattoria degli animali, la riscoperta degli antichi mestieri, ma anche la “camminata” per scoprire le erbe spontanee e quella sul Sentiero di Garibaldi a Marradi; inoltre sabato 26 a Ca’ Ridolfi a Ravenna sarà presente lo scrittore Eraldo Baldini, mentre al Rifugio Valnera a Marradi, convegno a cura dell’ UOEI (Unione Operaia Escursionisti Italiani) di Faenza sul Sentiero Garibaldi. 

SCARICA IL PROGRAMMA DELLA FESTA

I LUOGHI

Azienda Agrituristica “Nasano” di Gardi, Bertoni e Poggiali

Via Rilone 2 – loc. Mazzolano, 48025 Riolo Terme (Ra)

Tel. 0546-70715 – Lea Cell. 339-4939961 – www.tenutanasano.itgardi.fabio@libero.it

Società Agricola Caboi Claudia e figli – Via Buffadosso 2 Fontanelice 40025 (Bo)

Tel. 0542-681342 Cell. 334-9449642 – Cel. 340-6906514

Agriturismo Cà Ridolfi – Via del Dottore 33, 48125, Gambellara (Ra)

Tel 0544 551051 – Cell.3389779804 – www.caridolfi.it – info@caridolfi.it

Fattoria Romagnola, Az. Agricola e Fattoria didattica – Agriturismo di Gentilini Andrea e Fabiola – Via Lola (ingresso adiacente al numero 4), Imola (Bo) Tel. 0542 34901

Cell. 334.1934492 – fattoriaromagnola@gmail.comwww.fattoriaromagnola.it

Azienda Agricola Bartolini Alvaro

Via Roncona 4, Brisighella, località Oriolo

Tel 0546-642294 – Cell 333-5303686

Rifugio Valnera

Via Valnera 1 – Marradi (FI)

Cell 348-4726440 (Dario) – www.rifugiovalnera.com – rifugio.valnera@gmail.com

festa di fine estate_luoghi

L’iniziativa è organizzata grazie anche al contributo di Camera Commercio di Ravenna e la collaborazione con IF Tourism Company, Slow Food – Condotta Ravenna, di tutti gli artigiani e di tutti quelli che contribuiscono e contribuiranno con parole, musica ed altro ad arricchire l’evento.

Festa Artusiana 2017: visita la nostra mostra Ajìr Incù Dmân

L’allestimento pensato dalla nostra associazione per la festa Artusiana 2017 è il frutto di incontri, di trame, di emozioni, di conoscenze intrecciate in questi anni dal nostro Presidente Italo Graziani, profondo conoscitore di tradizioni, di vita, della Romagna anzi come Lui amava dire delle Romagne.

In questo allestimento si tocca con mano la professionalità di artisti e artigiani che nel corso dei secoli tramandano la ricchezza di un patrimonio scientifico-tecnologico ed esperienziale proprio dei mestieri di ieri e di oggi facendoci conoscere un vastissimo patrimonio storico-culturale.

Antichi di secoli, questi saperi sono custoditi dai ‘maestri’ dei mestieri e delle loro arti: grande è il valore economico, sociale e culturale di attività che hanno generato lavoro nel passato, che lo garantiscono nel presente e ci auspichiamo, lo prospettano per il futuro.

Tali arti e mestieri sono realtà artigianali e professionali ancorate in tessuti locali, regionali e nazionali, che sono parte dell’immagine del nostro Paese in Europa e nel mondo. Se li conosciamo, impariamo ad apprezzarli e a trasmetterne il valore e la rilevanza produttiva di generazione in generazione.

festa_artusiana_2017

Dal 24 giugno al 2 luglio ti aspettiamo nella sala mostre della Rocca di Forlimpopoli con la mostra permanente “Ajìr Incù Dmân” Ieri -Oggi -Domani – Maestri, Saperi , Mestieri: il passato che non passa mai

FESTA ARTUSIANA 2017: LA MOSTRA NEL DETTAGLIO

Un percorso che attraversa i secoli con le incisione tratte da ” Gli Antichi Mestieri di Bologna”, tavole di Annibale Carracci e Giuseppe Maria Mitelli, riproduzioni concesse dalla Collezione d’Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, fino ad arrivare ai giorni nostri con le opere di stampatori, incisori, ceramisti , falegnami, tegliai e intrecciatori di vimini.

fischietteria sportelli ravenna

Fabiano Sportelli

 

carla lega ceramiche arte faenza

Carla Lega

Egidio Miserocchi

FESTA ARTUSIANA 2017: GLI ARTIGIANI 

Enrico Rambaldi             Incisore

Egidio Miserocchi          Architetto – Stampatore

Stefano Rubboli            Falegname

Carla Lega                   Ceramista

Arianna Ancarani         Intrecci in vimini

Mirta Morigi                Ceramista

Elisa Grillini                 Ceramista

Maurizio Camilletti   Tegliaio

Aurelio Brunelli           Fabbro

Fabiano Sportelli       Ceramiche Fischianti

 

Per il programma completo della festa potete consultare il sito www.festartusiana.it