Le tradizioni romagnole rivivono nelle aie delle nostre aziende agricole

Un nuovo appuntamento con le tradizioni romagnole in quello che sta diventando un appuntamento fisso di fine estate: la festa nell’aia delle nostre aziende agricole che, quest’anno, ci vedrà impegnati il 29 e il 30 agosto con un programma ricco di sorprese e scoperte. 

Come sapete, per noi le tradizioni romagnole, quelle della nostra terra, sono molto importanti e non perdiamo occasione di organizzare un momento conviviale, un incontro che avvicini gli appassionati e i curiosi a questo nostro fantastico mondo.

Nelle tradizioni romagnole e in particolare in questa festa di fine agosto, il nostro Presidente Italo si sofferma sul valore della casa e dell’aia con questo pensiero:

È la casa il riparo il rifugio che l’uomo ha inventato per abitare il mondo. in modi diversi è costruita con materiali impensabili con grande fantasia che nel tempo diventa stile e caratteristica immagine di un territorio.

Baluardo imperfetto ma pieno di intelligenti soluzioni a sfidare le invincibili forze della natura.

Nella casa di campagna si ritorna nei momenti di incertezza e di paura del futuro. Davanti alle case dei contadini c’è l’aia dove si svolgono lavori e incontri di vita rurale, a voi un invito per una sera di festa…

E allora se questo breve pensiero vi ha incuriosito e volete condividere con noi un po’ del vostro tempo vi aspettiamo: da Imola a Faenza passando per Ravenna e Brisighella… la scelta è vostra, il programma ricco.

[ vuoi partecipare? Quali tradizioni romagnole vuoi conoscere? Scarica il programma]

Vi aspettiamo anche nella nostra pagina Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × uno =