La fragola: origine e storia

La fragola è un frutto caratterizzato da un ottimo profumo e un sapore dolce. La pianta, di origine alpina, cresce spontanea nei nostri boschi.

Come utilizzare la fragola in cucina: l’angolo delle ricette.

Le fragole, oltre a essere consumate fresche, sono utilizzate anche per la preparazione di creme, confetture, marmellate, gelati, risotti e piatti in agrodolce. 

La ricetta: Fragole al Trebbiano di Romagna

Ingredienti: 800 gr di fragole, 150 gr di zucchero, succo di limone, 1 bicchiere di Trebbiano di Romagna.

Preparazione: lavate le fragole, privatele del picciolo, accomodatele in una capace coppa e cospargetele con lo zucchero e il limone. Mescolate e ponete in frigo a macerare per un’ora. Prima di servirle, aggiungete il vino bianco molto freddo.

Fragole e saba: un abbinamento dal sapore contadino

La nostra amica e collega Alessandra Ravagli, produttrice vitivinicola di Ragone-Ravenna, ci propone nel suo blog una ricetta dai sapori tradizionali: le fragole con la saba. Vuoi leggere la ricetta e provare in quali altri modi utilizzare la saba? Visita il suo sito (qui)

fragola
foto di Alessandra Ravagli

Curiosità e proprietà della fragola

Un giardiniere del Re Sole, che utilizzava la fragolina di bosco per scopi ornamentali, fu l’iniziatore della selezione della fragola a scopo alimentare: la necessità di ottenere frutti più grandi e meno delicati ha portato alla selezione di molte varietà che oggi vengono coltivate molto spesso sotto serra. Le fragole possiedono proprietà blandamente lassative e diuretiche e un alto contenuto antiossidante, sali minerali e vitamine (calcio, ferro, iodio e vitamina C).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × tre =