zuppa inglese romagnola ricetta

La zuppa inglese romagnola

Il dolce che vi proponiamo in questo articolo è un classico della cucina romagnola: in ogni ristorante, in ogni menù e perfino in ogni casa questo dolce è previsto nella tavola delle grandi occasioni o semplicemente la domenica, il giorno giusto per rilassarsi un po’ e godere dei piaceri che la nostra cucina romagnola ci concede. Quindi care azdore, o apiranti tali, taccuino alla mano e preparatevi a cucinare la miglior zuppa inglese della vostra vita.

Una brevissima storia.

La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio, un tempo sempre presente in occasione di Nozze e festività natalizie. Esistono tante versioni di questa ricetta riproposta in tanti menù italiani, quella che vi proponiamo è quella tipica romagnola.

Come si prepara la zuppa inglese romagnola?

Se decidete di cucinare la zuppa inglese romagnola, nella vostra lista della spesa sicuramente non può mancare:

  1. pan di Spagna
  2. cacao
  3. crema pasticciera 
  4. vini liquorosi come il Marsala, l’ Alchermes e il Rosolio.

Ma vediamo nel dettaglio gli ingredienti..

4 tuorli d’uovo, 80 gr di zucchero, 40 gr di farina, 1/2 litro di latte, scorza di limone, cioccolato, alchermes, savoiardi o ciambella.

E la sua preparazione

preparate una crema pasticciera con zucchero, latte, uovo e farina. Mescolate il tutto a freddo con poco latte, mettete sul fuoco e aggiungete il restante latte portando a leggera ebollizione e mescolando. Togliete metà della crema e aggiungete il cioccolato, amalgamandolo bene a caldo per pochi minuti. Bagnate i savoiardi o la ciambella con l’alchermes. Versate uno strato di crema gialla alternato ad uno di cioccolato. Riponete in frigorifero.

ciambella romagnola

La ciambella romagnola

La ciambella romagnola, per noi in Romagna la “brazadela“, è il dolce tipico campagnolo e contadino consumato alla fine di pranzi importanti, servita con un buon bicchiere di vino dolce o un buon Sangiovese. Il vero romagnolo, in realtà, la può gustare anche inzuppandola nel vino e – diciamoci la verità – il sapore è davvero unico. Possiamo anche prepararla per i nostri bambini e lasciargliela per la merenda del pomeriggio o, ancora meglio, a colazione per iniziare la giornata nel segno del gusto e della tradizione romagnola.

Si prepara con ingredienti semplici, cotta nel forno all’interno di recipienti che possono avere forme diverse: ellittici, rotondi con il buco al centro, allungati. Il prodotto finale di solito ha una superficie di colore giallo spolverata di zucchero, l’interno è friabile e di colore giallo tenue.

Qui vi insegniamo a preparare la vera ciambella romagnola fatta in casa, quella delle vostre nonne per intenderci.

Vi siete già lavati le mani e siete pronti per cucinare la vostra ciambella romagnola?

Ingredienti: 500 gr di farina 00, 3 uova, 100 gr di zucchero, 80 gr di strutto, 1/2 limone grattugiato, 1/2 bicchiere di latte, 1 bustina di miscela a base di bicarbonato e cremor tartaro.

Preparazione: predisponete la farina sul tagliere, aggiungete gli altri ingredienti al centro e impastate. L’imposto deve risultare morbido. Infornatelo a 180°C per circa mezz’ora.

La curiosità: sapete quante versioni esistono?

Si possono identificare ben 6 versioni di ciambella romagnola: imolese, faentina, ravennate, forlivese, ferrarese e della bassa Romagna. La differenza è data dagli ingredienti e dalla forma.

sugali romagnoli ricetta

I sugali romagnoli

I sugali sono un tipico dolce autunnale della Romagna, di origine contadina che si prepara e si consuma, per tradizione, negli stessi giorni della vendemmia come dolce sia a pranzo che a cena oppure per una gustosa merenda. Se almeno una volta nella vita vi siete chiesti come fare i sugali e quali sono i procedimenti da eseguire siete nel posto giusto: anche in questo caso, così come in tutte le nostre ricette , vi forniamo la ricetta delle nostre azdore. Conservatela e fatene buon uso!

La ricetta dei sugali è molto semplice e si tramanda di generazione in generazione.

Come fare i sugali? Noi azdore li prepariamo così:

Ingredienti: Mosto d’uva filtrato, pane grattugiato, farina gialla di mais, buccia grattugiata di limone, semi di anice.

Preparazione: dopo aver messo a bollire il mosto per qualche ora, introducete la farina e gli altri ingredienti. Quando il composto ha raggiunto una consistenza compatta, versatela negli stampi, lasciatela raffreddare e conservatela nel frigo.

I sugali non sono l’unico dolce tipico romagnolo del periodo della vendemmia: molti, infatti, saranno golosi dei savor (per sapere cosa sono i savor, ecco un nostro approfondimento qui)

E voi cosa preferite? 

sugali savor romagnoli ricetta

Lasciateci un commento qui di seguito oppure ditecelo sulla nostra pagina Facebook!