il calendario di burdel

Il Calendario di Burdèl

Un evento per ricordare il nostro Italo Graziani, fondatore e motore della nostra Associazione: nasce il calendario di Burdèl!

Tutto nasce da un incontro fra Simona Sangiorgi, Assessore alle politiche educative e giovanili e il nostro Presidente Lea Gardi.

Il Lavoro dei Contadini aveva l’obiettivo di organizzare un evento, per ricordare la memoria del fondatore e motore dell’Associazione, Italo Graziani.

Uomo che veniva dalla campagna, dal lavoro della terra, con una grande conoscenza delle tradizioni della Romagna.

Ma anche persona curiosa, che amava leggere, conoscere e sperimentare, che vantava l’amicizia del Maestro Tonino Guerra, dal quale apprende l’ arte di organizzare eventi, che con i suoi modi discreti intesse una sconfinata e meravigliosa  rete di conoscenze, con cuochi stellati, giornalisti, scrittori, artisti.

E soprattutto aveva un’innata dote di affabulazione, incantava i bambini con filastrocche, indovinelli, storie e favole della tradizione della Romagna.

L’ Assessore Simona ha un’idea di realizzare un Calendario di Burdèl, che coinvolga in particolare le scuole elementari e che veda come protagonisti quindi i bambini di diverse nazionalità sul tema delle stagioni e delle ricorrenze.

Dall’incontro nasce quindi la volontà di tentare di coinvolgere alcune Maestre dell’Istituto Comprensivo di Faenza Centro.

Contattate dall’Assessore e poi incontrate dopo pochi giorni da Lea Gardi e da Gianna Giani, consigliere dell’Associazione, in memo di 60 minuti il progetto si concretizza, con l’idea di un calendario.

Le quattro maestre si dividono i mesi del calendario e con il coinvolgimento di alcune classi di quarta elementare, con l’obiettivo di valorizzare le tradizioni e la cultura della Romagna, integrandole e confrontandole con la storia e le esperienze dei bambini di nazionalità diverse.

Per meglio illustrare il progetto e fornire spunti ai bambini, Il Lavoro dei Contadini con alcuni suoi soci, Gigi Franzoni, esperto e conoscitore della cultura e della tradizione e Pietro Bandini, Quinzan, musicista e scrittore di canzoni popolari, ha incontrato le classi, coinvolgendole proponendo indovinelli, raccontando storie, prima in dialetto e tradotte poi in italiano.

il calendario di burdel

Il Calendario sarà presentato il 26 febbraio in occasione dell’ inaugurazione della Mostra “Donne in Romagna: un secolo di storie”,  allestita a cura de Il Lavoro dei Contadini nel Salone delle Bandiere del Comune di Faenza, alle 18,30 prima del convegno organizzato in Sala Bigari dal titolo “Il ruolo della Donna nel mondo del lavoro: Lavoratrici in Romagna dal novecento ad oggi”.

You may also like

Leave a comment

11 − 5 =