Azienda agricola Scania di settefonti

azienda agricola scania di settefonti  casola valsenio ravenna

Stefania Malavolti

“Mi chiamo Stefania e gestisco, insieme alla mia famiglia, l’azienda agricola Scania di Settefonti a Casola Valsenio, in via Settefonti 3. Come potete intuire da questa fotografia i prodotti che potrete trovare nella mia azienda sono: formaggi, ovini, caprini, vaccini, ricotta, yogurt e il gelato artigianale. Amo il mio lavoro e il mio territorio e lo faccio con passione: questo sono i motivi che dovrebbero spingervi a venirci a trovare tra le belle montagne romagnole.”

Per contattarmi potete chiamarmi al 3392172282 oppure 0546 76055, inviarmi un fax allo 054676055, scrivermi a stefania.malavolti@tiscali.it 

Avete Facebook? Perchè non passate a trovarci sulla nostra pagina? Basta un click!

 

Agriturismo Vezzano

 

agriturismo vezzano brisighella

Romano Pompignoli

“Sono Romano e vi presento la mia azienda: l’Agriturismo Vezzano di Villa Vezzano-Brisighella in Via Tebano 22. Quali prodotti potete trovare nella mia azienda? Uva, albicocche, pesche, tante varietà di pere (supione, volpine, more), le ciliegie e le olive nostrane Ghiacciola di Brisighella, dalle quali si ottiene il buonissimo olio extra-vergine di oliva. Perchè venire a trovarmi? Semplice! Oltre ad acquistare i miei prodotti, potrete anche concedervi un momento di relax soggiornando nel confortevole appartamento con 5 posti letto che metto a disposizione degli ospiti”.

Per contattarmi potete chiamarmi al 333/9890053 oppure scrivermi a agriturismo.vezzano@libero.it

Asparagina, Strigolo, Rosolaccio

Cosa sono i rosolacci?

Scopriamo insieme cosa sono i rosolacci e il loro utilizzo nella nostra vita quotidiana

I rosolacci: un po’ di storia

Papaver rhoeas – Famiglia Papveracee. I rosolacci, detti anche papaveri comuni, si riconoscono per i fiori rossi con macchia nera alla base che fioriscono dalla primavera all’inizio dell’estate. Crescono spontanei nei campi coltivati a grano, nei prati, in campagna, in collina, lungo i fossati. Possono raggiungere un’altezza di mezzo metro. A primavera si raccolgono soprattutto i giovani germogli.

rosolacci

 

I rosolacci e il loro utilizzo in cucina

Ottimi saltati in padella, per il ripieno di ravioli e frittate e crescioni di piadina. Possono essere anche proposti nella versione dei bruciatini all’aceto al posto del radicchio selvatico.

 La ricetta: i crescioni

Ingredienti. Ripieno: 1 kg di rosolacci puliti, due o tre spicchi di aglio, 150 g di lardo tritato, sale e pepe. Impasto: 1 kg di farina, 150 g di strutto, 20 g di sale, un pizzico di bicarbonato, acqua o latte per impastare.

Preparazione: soffriggere in poco olio l’aglio e il lardo battuto poi unire le erbe tritate finemente. Dall’impasto ricavare dei dischi, su metà di questi disporre le erbe già insaporite. Ripiegare sopra l’altra metà schiacciando bene i bordi e premendo con i rebbi di una forchetta. Cuocere su teglia di terracotta.

Curiosità e salute

Il nome Papaver, antichissimo, sembra derivare dal celtico papa (pappa, zuppa) poichè pare proprio in uso presso queste popolazioni prestare certe specie di papaveri alle pappe dei bambini irrequieti per farli dormire. In quantità controllate, infatti, alcune sostanze contenute nei papaveri possono essere utilizzate per le loro proprietà sedative.